Benvenuti!

Care Lettrici, cari Lettori,
Las Tres Gracias sono liete di presentarvi la loro nuova creaturaDe Palo en Palo” !
Attraverso questo blog cerchiamo di descrivere nel modo più dettagliato e completo possibile i diversi palos che compongono l’intricato “albero genealogico” del flamenco.

A partire dagli anni ’50 infatti, con il proliferare di pubblicazioni riguardanti l’arte flamenca ed  in seguito ai numerosi commenti degli esperti che accompagnavano le antologie del cante, cominciarono  a comparire schemi riassuntivi dei cantes. In questi schemi il teorico di turno cercava di costruire un’organigramma attraverso il quale si comprendesse l’origine del cante flamenco e, come le ramificazioni di un albero, ognuno dei palos che derivavano da esso. L’intento di schematizzare i Cantes è molto apprezzabile, ma al tempo stesso estremamente complicato visto che ne sono stati censiti all’incirca cinquanta differenti stili.
Ovviamente non esiste un’unica catalogazione, ma ogni studioso ha dato il suo apporto fornendo teorie diverse e a volte in contraddizione tra loro.
Ma ci siamo dette che da qualche parte bisogna pur cominciare. Abbiamo bisogno di un “postulato” che costituisca per noi un punto di partenza da cui cominciare il nostro lavoro di ricerca.
Per questo abbiamo deciso di prendere per buona la classificazione redatta da José Blas Vega (nella presentazione della “Magna Antologia del Cante Flamenco” – Hispavox). Di seguito la riportiamo:

 GRUPO I – Cantes flamencos primitivos básicos con sus derivados

  • Romances
  • Tonás o cantes sin guitarra (Tonás, Deblas, Martinetes, Carceleras)
  • Siguiriyas (Siguiriyas, Liviana, Serrana)
  • Soleares (Soleares, Alboreás, Cañas, Polos, Peteneras, Bulerias)
  • Tangos (Tangos, Tientos, Tanguillos, Marianas)
  • Cantiñas (Cantiñas, Alegrías, Cante de las Mirris, Caracoles, La Rosa, Mirabrás, La Contrabandista, La Romera, Cantiña de Romero el Tito, Cantiña del Pinini, Cantiña de Córdoba)

 GRUPO II – Cantes Flamencos derivados del fandango

  • Cantes de Málaga (Rondeña, Jabera, Verdiales, Fandangos locales, Malagueñas locales, Malagueñas personales)
  • Cantes de Levante y Cantes de las minas (Granaína, Media Granaína, Taranto, Taranta, Cartagenera, Minera)
  • Fandangos de Huelva (Estilos locales, Estilos personales).
  • Fandangos de creación personal.

GRUPO III – Cantes varios aflamencados

  • Origen folclórico andaluz (Sevillanas, Saetas, Campanilleros, Bamberas, Pregones)
  • Origen hibrido incierto (Farruca, Garrotín)
  • Origen hispanoamericano (Guajiras, Milongas, Colombianas, Rumbas)

E’ un progetto molto ambizioso, lo sappiamo, ma pensiamo che possa valerne la pena, visto che attualmente su internet esistono molte notizie frammentate, per lo più in spagnolo, e manca una catalogazione completa, descrittiva e puntuale dei Palos flamencos.
Cercheremo di farlo come meglio possiamo, e accoglieremo a braccia aperte chiunque voglia aiutarci in questo impervio cammino correggendo o ampliando le discussioni che man mano affronteremo.

Buona lettura a tutti…. e che il demone flamenco sia con noi! 🙂

Consulta la “Guida alla lettura” del blog!

 


15 responses to “Benvenuti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: