Tangos de Jaén

Anche nella provincia di Jaén, e precisamente a Linares, esiste una variante di Tangos molto piacevole e allegra attribuita a La Carlotica (o Carlotita), cantaora di grandi capacità ma sconosciuta al mondo dello spettacolo essendosi esibita solo in ambito familiare.

I Tangos de La Carlotica sono arrivati a noi grazie alle registrazioni fatte da suo figlio Gabriel Moreno (Linares, 1941), eccellente cantaor professionale che con le sue doti canore ha saputo riproporre questi Tangos ricchi di elementi ornamentali, caratterizzati da particolari “aires morunos”.

Qui lo ascoltiamo accompagnato da Carlos Pardo:

Lo stesso Blas Vega afferma che  “i Tangos de Jaén, di fattura più moderna, e poco conosciuti, sono l’apporto familiare della passione di uno dei più validi cantaores attuali, Gabriel Moreno” 

Riportiamo quanto dice Juan Vergillos (importante flamencologo) riguardo i Tangos proposti da Gabriel Moreno:

“Con i Tangos di Gabriel Moreno abbiamo il privilegio di assistere al processo di creazione – o ri-creazione – di un cante. Dall’intimità del proprio mondo familiare questo cante passa al pubblico, alla collettività, attraverso registrazioni che hanno reso questa opera patrimonio di tutti gli aficionados del presente e del futuro. È un cante che attirò subito la mia attenzione la prima volta che lo ascoltai nella “Magna antología del flamenco”, poiché non lo conoscevo nonostante fossi di Jaén. Inoltre in quella registrazione, accompagnato da Félix de Utrera, si faceva riferimento a “los montes de Jimena”, nella comarca de Mágina. Anche nella tematica, di frontiera, di arabi e arabe, di castellanas e cristiani, ci si ispira alla poesia popolare medioevale presente anche in tante letras della Alboreá flamenca. I riferimenti alla cerimonia nuziale hanno a che fare con i “cantes de alba y de alborada medievales”, che trovano il suo eco nella Alboreá flamenca, chiaramente, dove sono presenti anche in questo caso riferimenti ai mori e alle frontiere.  Allo stesso modo nei matrimoni tradizionali gitani si cantavano “Romances de moros” come quelli di Zaide e la principessa Celinda. Riferendosi a questi Tangos  Gamboa-Núñez parlano della loro “cadencia descendente y moruna”. Jaén, come tutta l’Andalusia, nel basso medio evo era terra di frontiera”. 

Anche in questo Tangos di Gabriel Moreno, “De moreria yo vengo ” sono chiari i riferimenti a tematiche moresche e a quelle delle nozze:

Oltre ai Tangos de la Carlotica esistono in questa zona, Tangos di tipo canastero, che tratteremo a suo tempo. 

Tangos de Jaén

Fonti:

  • Flamencopolis
  • Los Palos del Flamenco
  • Horizonte Flamenco
  • Conocer el flamenco, Juan Vergillos
  • Soliloquios Flamencos
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: