Malagueña de El Caribe (Mi llanto a nadie conmueve)

malaguenas_caribeDi Juan Toledo “El Caribe”, nato a Málaga nel secolo XIX, ci rimangono poche notizie frammentate. Gonzalo Rojo dice che cantò al Cafè America a Santander e che era molto popolare por Siguiriya oltre che uno specialista in Guajiras e Malagueñas. Adolfo el Cuchillero dice che era un uomo umile, malaticcio e debole che cantava in piedi, per la strada, con un fazzoletto bianco steso in terra dove potevano essere poste le monete dai passanti.
A noi, di questo mendicante del cante, è arrivato questo stile di Malagueña, considerata da Luque Navajas come la probabile più antica. Nelle 3 tracce analizzate la letra, sebbene con alcune varianti, è sempre la stessa, 5 versi che si articolano in 6 frasi secondo lo schema:

Malagueña de El Caribe (Mi llanto a nadie conmueve)

Cantando ay paso la via
Mi llanto a nadie conmueve
yo soy como el avefria
que canta sobra la nieve
al amanecer del día

Ripetizione dei versi:

Mi llanto a nadie conmueve
cantando ay paso la via
Mi llanto a nadie conmueve
yo soy como el avefria
que canta sobra la nieve
al amanecer del día

Come curiosità segnaliamo che la stessa letra viene cantata da Luis de Cordoba por Bambera. Lo stile è poco cantato e questo spiega lo scarso numero di tracce che siamo riusciti a reperire, inoltre manca, come per molti altri stili, la traccia originale. Nella traccia di Paca Aguilera possiamo comprendere che siamo di fronte ad una Malagueña vieja, una fase di nascita della Malagueña dove però vi è ancora qualcosa di ibrido. Ascoltando la sua interpretazione infatti è intuibile che siamo di fronte ad un Fandango abandolao rallentato; più elementi ci aiutano a riconoscerlo: l’accompagnamento della chitarra, l’intonazione non del tutto libre del primo verso, il brio interpretativo. Se vogliamo fare i sofisticati inoltre dobbiamo notare che Paca usò questo stile per rematare la traccia che, inizialmente composta dalla Malagueña del Canario e la Cartagenera del Niño de San Roque, si chiude con questo stile con lo stesso sapore con cui solitamente un Fandango abandolao remata una Malagueña.

La traccia di Diego El Perote si discosta dalla precedente, manca infatti il brio. La Malagueña acquisisce una certa monotonia ma si arricchisce in dolcezza. Due varianti dello stesso stile che rispecchiano le caratteristiche canore e interpretative di questi due cantaores.
Per ultimo un veterano por Malagueña ma ben più giovane dei precedenti, Alfredo Arrebola. La sua interpretazione è senza dubbio virtuosa e sebbene lo stile sia il medesimo potremmo considerarla quasi una Malagueña personale inspirata a quella de El Caribe. Nella traccia si unisce il viejo dello stile in questione con il nuevo dato dall’accompagnamento della chitarra e da due punti che ci riportano alla Malagueña del Mellizo precisamente al secondo verso con l’ “ay” che spezza la frase e al finale del quarto verso.

Paca Aguilera, nata a Ronda (Málaga) nel 1877; tratto da Paca Aguilera 25 Aniversario de la Peña Tobalo de Ronda  – Copos de nieve –  1907 – Malagueña – Ramón García

Spotify

Temple

Malagueña grande del Canario (Copos de nieve en tu cara)
Copos
copos de nieve en tu cara
parece que van cayendo
mientras más te estoy mirando
se me estan pareciendo
copos de nieve en tu cara

Cartagenera de El Niño de San Roque
Estaba viendo serrano
Estaba viendo serrano
que tu a mi no me querías
pero Dios me dío el talento
ay, pa comprenderte enseguida
ay, aborrecerte al momento

Malagueña del Caribe (Mi llanto a nadie conmueve)
Mi voz a nadie como conmueve
yo canto de noche y día
Mi voz a nadie como conmueve
yo soy como el avefria
que canto sobre la nieve
llorando las penas mias

Diego el Perote, nato ad Álora (Málaga) nel 1884 – Malagueña de El Caribe – Guitarra: Manuel Comitre – Malagueña

Malagueña del Caribe (Mi llanto a nadie conmueve)
Mi llanto a nadie conmueve
yo lloro de noche y día
Mi llanto a nadie conmueve
yo soy como el avefria
que canta al pie de la nieve
al amanecer del día

Alfredo Arrebola, nato a Villanueva Mesia (Granada) nel 1935 – Malagueña de El Caribe – Guitarra: Enrique Campos

Facebook link

Temple

Malagueña del Caribe (Mi llanto a nadie conmueve)
Mi llanto a nadie conmueve
cantando ay paso la via
Mi llanto a nadie conmueve
yo soy como el avefria
que canta sobra la nieve
al amanecer del día

Per approfondire:


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: